Breve excursus sui sistemi anti-decubito.

CUSCINO IN GEL FLUIDO

Indicazioni

Idoneo alla prevenzione di lesioni in soggetti con ridotta mobilità  a basso rischio.

Composizione

Nel precedente N.T. veniva denominato “in gel di silicone”; è costituito da una sacca impermeabile termosaldata di 200 micron di spessore contenente un gel siliconico fluido inserito in uno strato di poliuretano espanso; è dotato di fodera in maglia iperestensibile con base antiscivolo e cerniera.

Caratteristiche

Il gel è di densità tale da consentire che in esso le parti ossee sporgenti affondino senza toccare la seduta riducendo così il rischio di occlusione prolungata dei capillari. In virtù della sua capacità di deformarsi a seguito sollecitazioni dovute ai movimenti del paziente e/o della carrozzina, riduce i rischi di frizioni o forze di taglio.

CUSCINO A BOLLE D’ARIA  A MICROINTERSCAMBIO

Indicazioni

Il cuscino a bolle d’aria è indicato per la prevenzione in pazienti costretti in carrozzina a medio rischio di lesioni da decubito.

Precauzioni

Dopo aver gonfiato l’ausilio con la pompa di gonfiaggio in dotazione, occorre regolarne la pressione con il paziente seduto inserendo una mano,palmo rivolto verso l’alto, tra il cuscino e la regione ischiatica, facendo fuoriuscire aria dalla valvola fin quando il dorso della mano non tocca la base del cuscino.

CUSCINO COMPOSITO CON BASE CON FORMAZIONE PERSONALIZZATA INTEGRATA CON FLUIDI AUTOMODELLANTI

Indicazioni

Utile per prevenire lesioni da decubito in pazienti costretti alla posizione seduta ma  non stabili a rischio medio-alto.

Composizione

Ha la struttura in poliuretano espanso a doppio strato con inserti costituiti da sacche di poliuretano da 200 micron contenenti del fluido viscoelastico automodellante a base di silicone. Il tutto è rivestito da una fodera in microfibra elastica, traspirante, con fondo antiscivolo in skai lavabile fino a 40°C.

Caratteristiche

I fluidi automodellanti sono presenti in quantità e densità tali da consentire una deformazione sufficiente alla penetrazione delle parti che presentano prominenze ossee. La base in poliuretano espanso si personalizza sull’anatomia della zona ischiatica, sacrale e della cosce del paziente assicurandone la stabilità nella posizione seduta.

CUSCINO A BOLLE D’ARIA  A MICROINTERSCAMBIO A SETTORI DIFFERENZIATI

Composizione

Questo cuscino, simile al precedente, è realizzato in neoprene e composto da celle pneumatiche telescopiche alte 6 cm disposte a nido d’ape; a differenza del precedente ha due valvole di gonfiaggio per due settori differenziati. È completo di fodera rimovibile antiscivolo e di pompa di gonfiaggio.

Caratteristiche ed indicazioni

sono sovrapponibili al precedente dal quale questo ausilio di differenzia per il fatto che i due settori distinti consentono una diversa regolazione della pressione così da compensare asimmetrie od obliquità .

 

Materassi

MATERASSO IN FIBRA CAVA  SILICONATAIndicazioni

Questo modello di basso spessore è indicato nella prevenzione del decubito nei pazienti di peso contenuto con rischio basso .

Composizione

Il sovramaterasso statico in fibra cava siliconata, è costituito da un rivestimento esterno in cotone sanforizzato che contiene 4,5 Kg di fibre di grande diametro (16 denari), cave (4 canali interni) in modo da renderle elastiche, trattate con il silicone per garantire che scivolino le une sulle altre ed evitare che si ammassino.

Caratteristiche

Permette la distribuzione del peso del paziente su tutta la superficie d’appoggio; garantisce un’ottima circolazione dell’aria evitando così il rischio di macerazione della cute; riduce efficacemente l’attrito e le forze di taglio. È leggerissimo e si può lavare in lavatrice fino a 70°C per oltre 100 volte. Il rifacimento del letto è facile come pure il cambio di posizione del malato.

MATERASSO IN FIBRA CAVA SILICONATA AD INSERTI ASPORTABILIIndicazioni

Questo modello di spessore maggiore rispetto al precedente è indicato nella prevenzione del decubito nei pazienti di peso contenuto (fino a 65 Kg) con rischio medio-alto.

Composizione

Questo modello, statico come il precedente,  è costituito da un rivestimento esterno in cotone sanforizzato che contiene 13 cilindri, sempre di cotone, contenenti a loro volta, rispetto al tipo precedente, un maggior quantitativo (5,5 Kg) di fibre di grande diametro (16 denari), cave (4 canali interni) in modo da renderle elastiche, trattate con il silicone per garantire che scivolino le une sulle altre ed evitare che si ammassino.

Caratteristiche

Permette la distribuzione del peso del paziente su tutta la superficie d’appoggio; garantisce un’ottima circolazione dell’aria evitando così il rischio di macerazione della cute; riduce efficacemente l’attrito e le forze di taglio. È leggerissimo e si può lavare in lavatrice fino a 70°C per oltre 100 volte. Il rifacimento del letto è facile come pure il cambio di posizione del malato. Gli inserti asportabili aumentano l’effetto di fluttuazione e consentono la facile ed economica sostituzione in caso di usura di alcuni di essi riportando il materasso alla giusta funzionalità.

MATERASSO VENTILATO IN ESPANSOComposizione

È un materasso statico realizzato in poliuretano espanso a cellule aperte con densità di 30 Kg/m3, del peso di 5 Kg, nella parte superiore presenta dei solchi longitudinali e trasversali che creano in questo modo una struttura a tronchi di piramide.

Caratteristiche

Ogni tronco si modifica in base alla pressione, determinata dal peso e dalla conformazione del paziente, senza alterare la struttura degli altri, consentendo la penetrazione delle parti del corpo con prominenze ossee evitando il fenomeno del “toccare il fondo” (bottom out). Diminuisce la pressione di appoggio locale poiché la distribuisce su più parti di appoggio. Attraverso i tronchi è garantita la circolazione dell’aria, evitando così la macerazione della cute. È costituito da tre elementi che ne consentono l’utilizzo anche su letti articolati. Può sostituire il materasso normale e quindi essere posizionato direttamente su reti rigide. È un presidio leggero e di facile posizionamento.

Indicazioni

È indicato solo a scopo preventivo per pazienti con ridotta mobilità a basso rischio di lesioni da decubito, di peso compreso tra 40 e 120 Kg.

Svantaggi 

La sua pulizia è difficile per cui è consigliabile l’utilizzo di una foderina impermeabile e traspirante

MATERASSO AD ACQUAIndicazioni

Può essere,eventualmente, impiegato a scopo preventivo per pazienti a basso rischio di lesioni da decubito.

Composizione

È costituito da tre elementi in PVC dello spessore di 0,5 mm che vengono riempiti da circa 17 litri d’acqua l’uno tramite un bocchettone provvisto di attacco al rubinetto e che successivamente vengono alloggiati in una cornice che viene riempita con aria per mezzo di un gonfiatore manuale fornito insieme al materasso.

Caratteristiche

Agisce distribuendo la pressione uniformemente sfruttando il principio di Pascal per cui il peso di un corpo che fluttua in un liquido viene uniformemente distribuito su tutta la superficie di contatto e non su un solo punto. È importante che l’acqua venga immessa e mantenuta alla temperatura di 37°C perché se troppo fredda può provocare un abbassamento della temperatura corporea (ipotermia) del paziente, se troppo alta essere causa di ustioni.

Svantaggi 

Ha lo svantaggio di essere molto pesante per cui risulta anche difficile il rifacimento del letto. Talvolta i materassi ad acqua inducono nel paziente nausea, vomito, disturbi tipo mal di mare; l’essere appoggiati su di un piano instabile può aggravare il disorientamento o la confusione mentale. Inoltre la mobilizzazione del malato su di un materasso ad acqua è difficile e vi è il rischio di provocare un’ulteriore riduzione dell’autonomia del paziente. Come già visto, se non dotato di termostato, può provocare ipotermia.

MATERASSO AD ARIA  A GONFIAGGIO ALTERNATOComposizione

È   un  materasso  dinamico  realizzato  in PVC, composto da due serie di elementi che, per mezzo di un compressore cui il presidio è collegato tramite dei tubi, si gonfiano e si sgonfiano in modo alternato (una volta gli elementi pari, poi quelli dispari); in questo modo il paziente appoggia ora sugli uni ora sugli altri, alternando le zone sottoposte a compressione; l’intero ciclo dura 10 minuti. Il compressore è dotato di manopola per la regolazione della pressione in funzione del peso del paziente. Il materasso è dotato di due flaps a testa ed a piedi che vanno rimboccati sotto il materasso normale per renderlo più stabile.

Caratteristiche

Il sovramaterasso ad aria a pressione alternata va poggiato sopra quello già esistente, che quindi non va eliminato. Il gonfiaggio va effettuato prima di preparare il letto e quindi prima di sistemarvi il paziente. È completamente lavabile.

Indicazioni

Per pazienti a basso/medio rischio e coadiuvante nella terapia. Per essere efficace deve rimanere in funzione 24 ore su 24.

Svantaggi

Un errato posizionamento, tubi piegati, motore del compressore regolato male sono i principali fattori responsabili di un cattivo funzionamento.  Non è utilizzabile in pazienti con fratture.

MATERASSO AD ARIA A GONFIAGGIO ALTERNATO AD ELEMENTI INTERSCAMBIABILIIndicazioni

Coadiuvante nella terapia che a scopo preventivo per pazienti a medio rischio e per essere efficace deve rimanere in funzione 24 ore su 24.

Composizione

Si tratta di un altro materasso dinamico realizzato in PVC e composto da 16 elementi tubolari interscambiabili che, per mezzo di un compressore cui il presidio è collegato tramite dei tubi, si gonfiano e si sgonfiano in modo alternato (una volta i tubolari pari, poi quelli dispari); in questo modo il paziente appoggia ora sugli uni ora sugli altri, alternando le zone sottoposte a compressione. Il ciclo completo dura 6 minuti.

Caratteristiche

Il sovramaterasso ad aria ad elementi interscambiabili consente una facile sostituzione di questi ultimi in caso di manutenzione o rottura. Va poggiato sopra un materasso a basso spessore su quale può essere mantenuto in posizione grazie a due lembi posti alle estremità testa-piedi. Il gonfiaggio di norma va effettuato prima di preparare il letto e quindi prima di sistemarvi il paziente; lo spessore, di almeno 15 cm,  deve essere regolato, per mezzo di una manopola posta sulla pompa, in base al peso del paziente in modo da consentire la penetrazione delle parti del corpo con prominenze ossee evitando il fenomeno del “toccare il fondo” (bottom out). È lavabile con acqua e sapone.

Svantaggi

Un errato posizionamento, tubi piegati, motore del compressore regolato male sono i principali fattori responsabili di un cattivo funzionamento.  Come il precedente non è utilizzabile in pazienti con fratture.

MATERASSO A FLUTTUAZIONEPuò essere un materasso oppure un sovramaterasso.

Rappresenta l’evoluzione del materasso a pressione alternata, rispetto al quale ha maggiori possibilità di regolazione; è formato da 15-20 cuscini d’aria indipendenti, posti su una base fluttuante, che si gonfiano e sgonfiano alternativamente, in un ciclo di 10 minuti, anche parzialmente in quanto un sensore calibra la pressione di contatto in funzione del peso e della postura del paziente.

Il suo funzionamento può essere statico o dinamico:

–  Nel funzionamento dinamico le celle si sgonfiano ad eccezione di quelle della zona della testa, mentre nella zona del torace, al fine di evitare l’affondamento, la parte inferiore resta sempre gonfia.

–  Nel funzionamento statico tutte le cellule sono permanentemente gonfie. Si usa durante gli interventi di nursing o in caso di lesioni spinali o fratture scomposte per le quali non è indicato alcun movimento.

È adatto alla prevenzione in pazienti a medio-alto rischio o con insufficienza respiratoria o fratture.

Indicazioni

È adatto alla prevenzione in pazienti a medio-alto rischio o con insufficienza respiratoria o fratture.Può essere un materasso oppure un sovramaterasso.

Vantaggi

Rappresenta l’evoluzione del materasso a pressione alternata, rispetto al quale ha maggiori possibilità di regolazione; è formato da 15-20 cuscini d’aria indipendenti, posti su una base fluttuante, che si gonfiano e sgonfiano alternativamente, in un ciclo di 10 minuti, anche parzialmente in quanto un sensore calibra la pressione di contatto in funzione del peso e della postura del paziente.

MATERASSO A CESSIONE D’ARIA

Caratteristiche

È realizzato in modo simile al tipo precedente ma, a differenza di questo, regola automaticamente oltre che la pressione di contatto anche quella interna; inoltre attraverso i microfori presenti nel tessuto del materasso viene emessa costantemente aria tiepida che impedisce la formazione di umidità tra la superficie di contatto e la cute evitandone la macerazione e garantendo una miglior vasodilatazione superficiale.

Indicazioni

Trova impiego nella prevenzione per pazienti a medio-alto rischio o nella terapia di lesioni fino al 4° stadio

 

TRAVERSE

TRAVERSA A BOLLE D’ARIA A MICROINTERSCAMBIO

Composizione

È  realizzata in  neoprene ignifugo con gli stessi criteri del corrispondente cuscino ad un settore. È parte di un sistema modulare diventando di fatto parte di un materasso in quanto alla traversa vanno necessariamente abbinate. Delle unità di livellamento, costruite in espanso ignifugo, per riportare tutta la superficie d’appoggio alla stessa altezza. La traversa pesa 3,6 Kg.

Caratteristiche

La traversa a bolle d’aria è in grado di creare delle contropressioni regolabili con una deformazione minima; riduce la necessità di girare periodicamente il malato in quanto grazie alla “fluttuazione asciutta” la circolazione sanguigna è costante. È facilmente lavabile con acqua e sapone.

Indicazioni

È utile sia nella prevenzione che come coadiuvante nella cura delle lesioni da decubito.

Svantaggi

Il sistema è molto costoso, soprattutto se comprende più di una traversa.

TRAVERSA  IN VELLO NATURALECaratteristiche

Si utilizza sul normale materasso; contribuisce a ridurre i danni da frizione ma non modifica la compressione sui tessuti profondi; garantisce un buon passaggio d’aria evitando i danni da macerazione.

Svantaggi

A umenta la temperatura della pelle nella zona di contatto. Va tenuta costantemente pulita.

Indicazioni

Il suo utilizzo, limitato alla prevenzione in  pazienti a basso rischio. Non è da preferirsi .

TRAVERSA IN MATERIALE SINTETICOComposizione

È un tappetino in poliestere, morbido e anallergico.

Caratteristiche

La traverse in vello sintetico, come quella in vello naturale, non modifica la compressione sui tessuti profondi ma può ridurre i danni da frizione e forze di taglio; è lavabile e sterilizzabile.

Svantaggi

Aumenta la temperatura della pelle nella zona di contatto. Va tenuta costantemente pulita.

Indicazioni

Il suo utilizzo, limitato alla prevenzione in  pazienti a basso rischio. Non è da preferirsi.

 

PROTEZIONI

PROTEZIONI IN FIBRA CAVA SILICONATAComposizione

Realizzate in fibra cava siliconata 14 denari rivestita da una fodera in cotone traspirante, sono trapuntate per evitare spostamenti della fibra. Hanno la  chiusura in velcro; sono lavabili fino a 40°C.

Caratteristiche

Limitano la compressione, la frizione e le forze di taglio in specifiche zone a rischio; assicurano la massima permeabilità all’aria riducendo i rischi di macerazione.

Indicazioni

Sono utili nella prevenzione di danni da frizione in pazienti a medio rischio in particolare in soggetti che hanno movimenti incontrollati, in spastici,  maggiormente esposti a questo tipo di lesioni.

PROTEZIONI IN MATERIALE SINTETICOComposizione

Realizzate in poliestere 100% anallergico, regolabili con chiusura adesiva, lavabili e sterilizzabili

Caratteristiche

Evitano lo sfregamento tra parti a rischio e le lenzuola o nel caso specifico anche tra un ginocchio e l’altro.

Svantaggi

Non riducono la compressione, aumentano la temperatura della pelle nella zona di contatto.

Indicazioni

Indicate nella prevenzione delle lesioni in pazienti a basso rischio. Il loro uso non è da preferirsi.

[Tratto da: www.riparazionetessutale.it ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *