I cambiamenti nel piede diabetico possono accadere velocemente: qui ci sono i segni e i tipi che i medici in cura delle ferite devono cercare.

Come professionista della cura delle ferite, è probabile che tu abbia trattato un numero di condizioni ungueali e anomalie che si verificano tra la popolazione generale. Ma quando lavori con pazienti diabetici, notare e identificare le variazioni è ancora più cruciale. Questo perché il cambiamento può avvenire più rapidamente nel piede diabetico e le patologie delle unghie dei piedi diabetici possono portare alla rottura della pelle, alle ulcerazioni del piede e all’infezione. Quindi, cosa causa la modifica delle unghie? Cosa dovresti cercare esattamente? Ti abbiamo coperto. Perché il cambiamento?
I cambiamenti nelle unghie dei diabetici sono solitamente dovuti a: Scarsa circolazione
Trauma – che spesso passa inosservato a causa della neuropatia
Suscettibilità generale alle infezioni fungine – derivanti da alti livelli di glucosio nel sangue
Cosa cercare nei toenails diabetici
La prima modifica dell’unghia del piede che noterai nei pazienti diabetici è probabile che si verifichi una decolorazione. La maggior parte ha un ingiallimento delle unghie, anche se l’ombra e il coinvolgimento possono variare. Scolorimento può iniziare dal bordo distale (punta), e correre fino alla radice del letto ungueale. L’ombra può essere di colore giallo chiaro, sfumato marrone o giallo canarino. Quando vedi le unghie rosse, marroni o nere, spesso è un ematoma subungueale – o una raccolta di sangue sotto l’unghia – che può derivare da un trauma acuto o cronico. Dal momento che il melanoma canceroso può portare a unghie nere, una volta che si è in grado di escludere un trauma, verificare la presenza di un tumore maligno. Tipi di modifiche e condizioni del chiodo
Oltre allo scolorimento delle unghie, state attenti a questi tipi di cambiamenti nel piede diabetico: Onychauxis – un ispessimento o ipertrofia della lamina ungueale dell’unghia del piede (senza deformità). In genere include lo scolorimento o una perdita di traslucenza. Anche se l’onychaux può essere una parte naturale dell’invecchiamento, è anche un sintomo comune del diabete. Sfortunatamente, le unghie spesso possono essere molto difficili da mantenere per il paziente, il che può causare deformità come il Corno di un Ram (descritto di seguito). Nel blog WCEI, “I toenails diabetici, i migliori consigli per una corretta rasatura”, offriamo consigli su come mantenere le unghie diabetiche alla lunghezza ottimale. Puoi anche scaricare una pratica guida per l’esame del piede neuropatico. Onicocryptosi – nota anche come unghia incarnita, questo è quando l’unghia cresce nel tessuto sottocutaneo lungo i lati dell’unghia. In un non diabetico, questa può essere una condizione molto dolorosa. In un paziente diabetico, tuttavia, la neuropatia periferica può inibire la sensazione e la condizione può progredire senza preavviso del paziente. È più probabile che tu osservi le unghie incarnite in una punta smilza, e specialmente tra quelle i cui piedi tendono a gonfiarsi. Altre cause includono scarpe poco aderenti, taglio improprio del chiodo o trauma precedente. Onicogryphosis – noto anche come Corno di Ariete, questo è un ispessimento della base dell’unghia con una grave deformità. L’unghia avrà un aspetto molto ricurvo e adunco. È spesso causata da un taglio poco frequente delle unghie, che è comune tra i pazienti diabetici, che hanno spesso paura di tagliarsi le unghie o di essere imbarazzati per chiedere aiuto (a causa dell’onychauxis e di altre patologie delle unghie). Traumi, psoriasi o incompatibilità piede a piede possono portare a un Corno di Ariete. Chiodo a tenaglia o tromba – una curvatura estrema che aumenta distalmente, come una tromba o una formazione di cono. Quando il chiodo rotola o si arriccia verso l’interno, può causare lesioni cutanee e ulcerazioni ed essere estremamente doloroso per il paziente (a meno che non sia presente anche la neuropatia). Ancora una volta, le scarpe inadatte possono aumentare il problema, così come gli speroni ossei e le infezioni fungine. Alcuni pazienti hanno anche una predisposizione ereditaria verso le unghie che si arricciano in questa formazione. Chiodo Plicatured – la superficie dell’unghia è piatta, mentre uno o entrambi i bordi della lamina ungueale sono piegati con un angolo di 90 gradi verso il basso nei margini dei tessuti molli, proprio come la forma della graffetta. Mentre l’eredità può svolgere un ruolo, il colpevole è probabilmente scarpe strette o lesioni. Paronichia – è un’infezione superficiale dell’epitelio laterale alla lamina ungueale. Il povero taglio delle unghie è spesso il colpevole. Come con altre infezioni, si presenta con eritema (arrossamento), edema (gonfiore), tenerezza lungo la piega ungueale e fluttuazioni (un movimento ondulatorio che sentirai quando palperai la pelle). Onicomicosi – il termine per un’infezione fungina di qualsiasi parte dell’unghia. Come accennato in precedenza, i pazienti diabetici sono più sensibili ai funghi. All’inizio, le infezioni fungine sono asintomatiche, progredendo verso cambiamenti estetici che possono allarmare il paziente – come lo scolorimento. Tuttavia, se non trattata, l’onicomicosi può causare dolore, perdita di destrezza e parestesia (intorpidimento o formicolio). In definitiva, può interferire con la posizione eretta o il camminare. Tieni gli occhi aperti
Gli esami visivi regolari sono un passo essenziale nella cura dei pazienti diabetici. E quando si tratta di identificare i problemi delle unghie che possono causare ulcere del piede in futuro, prima è sempre meglio. La valutazione delle calzature è anche la chiave per la salute del piede diabetico, dato il ruolo che una vestibilità impropria può svolgere nella creazione delle deformità delle unghie.

[Tratto da: www.blog.wcei.net ]

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Il dito nella piaga
Average rating:  
 0 reviews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *