Come valutare l’essudato della ferita

L’essudato (drenaggio), un liquido prodotto dal corpo in risposta al danno tissutale, è presente nelle ferite mentre guariscono. Consiste di liquido che è fuoriuscito dai vasi sanguigni e ricorda da vicino il plasma sanguigno. L’essudato può derivare anche da condizioni che causano edema, come infiammazione, immobilità, dipendenza degli arti e insufficienza venosa e linfatica.

La valutazione accurata dell’essudato è importante durante tutto il processo di guarigione perché il colore, la consistenza, l’odore e la quantità cambiano a causa di vari processi fisiologici e complicazioni sottostanti.

La terminologia coerente è fondamentale per assicurare una comunicazione accurata tra i medici. Ecco i termini da tenere a mente quando si osserva la ferita e si documentano i risultati.

Genere

  • Plasma sieroso, chiaro, acquoso, osservato nelle ferite a spessore parziale e nelle ulcere venose. Una quantità da moderata a pesante può indicare un pesante bio-onere o cronicità da un’infezione subclinica. L’essudato sieroso nello stadio infiammatorio acuto è normale.
  • Drenaggio sanguigno sanguinante (sanguinamento fresco) osservato in ferite profonde a spessore parziale e a tutto spessore durante l’angiogenesi. Una piccola quantità è normale nella fase infiammatoria acuta.
  • Plasma rosso-sereno-sottile, acquoso, da rosso pallido con globuli rossi. Piccole quantità possono essere osservate nelle fasi di guarigione acuta infiammatoria o acuta proliferativa.
  • Drenaggio opaco denso purulento che è marrone chiaro, giallo, verde o marrone. L’essudato purulento non è mai normale ed è spesso associato a infezioni o alti livelli di batteri.

ferita essudato

Quantità

  • Nessuno-I tessuti delle ferite sono asciutti.
  • I tessuti a scarso allineamento sono umidi, ma non c’è drenaggio misurabile.
  • I tessuti a piccole / minime ferite sono molto umidi o bagnati; il drenaggio copre meno del 25% della medicazione.
  • I tessuti moderati-Wound sono bagnati; il drenaggio coinvolge più del 25% -75% della medicazione.
  • Le ferite grandi o copiose sono riempite con fluido che coinvolge più del 75% della medicazione.

Consistenza

  • Bassa viscosità: sottile, gocciolante
  • Alta viscosità – spessa o appiccicosa; non scorre facilmente

Odore

  • Nessun odore notato
  • Forte, fallo, pungente, fecale, ammuffito o dolce

Utilizzare i seguenti termini per descrivere la condizione delle medicazioni primarie e secondarie:

  • Secco: la medicazione primaria non è contrassegnata dall’essudato; la medicazione può aderire alla ferita.
  • Umidità: piccole quantità di essudato sono visibili quando la medicazione viene rimossa; la medicazione primaria può essere leggermente marcata.
  • Saturato: la medicazione primaria è bagnata e si verifica barrato.
  • Perdita: le medicazioni sono sature e l’essudato perde dalle medicazioni primarie e secondarie sui vestiti del paziente.

Una risorsa utile per aiutarvi con la vostra valutazione è lo strumento di valutazione delle ferite Bates-Jensen .

[Tratto da: woundcareadvisor.com ]