Il rischio di morte è 9 volte superiore all’amputazione per le persone in remissione del piede diabetico

OBIETTIVI / IPOTESI:

Il nostro obiettivo era quello di studiare la sopravvivenza libera da amputazione in persone ad alto rischio di ulcere del piede nel diabete (“piede ad alto rischio”) e di confrontare diverse sottocategorie di piede ad alto rischio.

METODI:

Complessivamente, 17.353 persone con diabete e piede ad alto rischio da gennaio 2008 a dicembre 2011 sono state identificate dal registro per il diabete in tutta la Scozia (Scottish Care Information-Diabetes: N = 247.278). I partecipanti sono stati seguiti fino a 2 anni dalla linea di base e sono stati classificati in tre gruppi: (1) quelli senza ulcera precedente, (2) quelli con un’ulcera attiva o (3) quelli con un’ulcera precedente guarita. Sono stati esclusi i partecipanti con precedente amputazione minore o maggiore. Sono stati usati modelli accelerati di tempo di fallimento per confrontare la sopravvivenza libera da amputazione fino a 2 anni tra i tre gruppi di esposizione.

RISULTATI:

Il tasso di sopravvivenza senza amputazione di 2 anni in tutte le persone affette da diabete con piede ad alto rischio era dell’84,5%. In questo gruppo di studio, 270 persone (10,0%) hanno avuto un’amputazione e 2424 (90,0%) sono morte durante il periodo di follow-up di 2 anni. Le persone che avevano ulcere attive e cicatrizzate in precedenza al basale avevano una sopravvivenza libera da amputazione di 2 anni significativamente più bassa rispetto a quelli che non avevano ulcera precedente (entrambi p <0,0001). La percentuale di persone morte entro 2 anni per le persone con ulcera guarita, ulcera attiva o assenza di ulcera basale era rispettivamente del 22,8%, 16% e 12,1%.

CONCLUSIONI / INTERPRETAZIONE:

Nelle persone giudicate ad alto rischio di ulcerazioni del piede, il rischio di morte era fino a nove volte il rischio di amputazione. I tassi di mortalità erano più alti per le persone con diabete che avevano ulcere cicatrizzate rispetto a quelle con ulcere attive. Tuttavia, le persone con ulcere attive avevano il più alto rischio di amputazione.

[Tratto da: www.diabeticfootonline.com ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *