Lancio del nuovo BPS: affrontare le complessità nella gestione delle ulcere venose delle gambe

A volte mi chiedo se stiamo facendo progressi per migliorare i tassi di guarigione dei pazienti con ulcere venose delle gambe. Ogni giorno, la maggior parte dei rinvii che vengono al mio servizio sono associati a ulcere venose delle gambe (VLU) e molti dei pazienti avranno avuto l’ulcera per diversi mesi. Abbiamo un percorso di ulcera venosa in atto, quindi perché questi pazienti non stanno guarendo nel tempo previsto?

“In breve, è perché sono complessi e se le complesse idiosincrasie responsabili della guarigione ritardata non vengono riconosciute, molte di queste ferite continueranno ad essere un problema.”

Storicamente, la complessità nella cura delle ferite tende a concentrarsi sulla ferita stessa, tuttavia i fattori che contribuiscono a questo stato sono molteplici e comprendono il paziente, gli operatori sanitari e i fattori relativi alle risorse / trattamento. Le ulcere alle gambe possono essere complesse da gestire e per coloro che lottano con l’ulcera alle gambe di un paziente questi fattori più ampi possono non essere riconosciuti, quindi è necessario uno spostamento per garantire che vengano regolarmente considerati come parte di una valutazione olistica. Una volta identificati, dobbiamo comprendere la loro rilevanza in termini di potenziale di guarigione e intraprendere le azioni appropriate per gestire il rischio.

Lo sviluppo di una Dichiarazione di buone pratiche (BPS) sull’affrontare le complessità nella gestione delle VLU è atteso da tempo e sarà una risorsa preziosa sia per i medici generalisti esperti che per i specialisti che lavorano nella cura delle ferite.

“Questo documento sfida in modo rinfrescante lo” status quo “della cura dell’ulcera delle gambe attraverso l’uso di miti e verità e promuove in modo importante la terapia precoce di compressione e l’intervento endovenoso precoce come mezzo per migliorare i tassi di guarigione e la recidiva dell’ulcera.”

All’interno del documento è contenuta una guida utile sui problemi che affrontiamo ogni giorno intorno a ulcere alle gambe complesse come “gambe bagnate” e “gambe rosse”. Il documento contiene anche un’intera sezione sulle complessità correlate al paziente come la gestione di pazienti con un BMI elevato o arti di grandi dimensioni, arti di forma anormale o che mancano di capacità mentale.

“Molti dei nostri pazienti avranno anche condizioni sottostanti che possono contribuire alla complessità della loro VLU e questo BPS definisce alcune delle condizioni più comuni offrendo una guida chiara e basata sull’evidenza sulla gestione di questi casi.”

Credo che questo documento possa sfidare la pratica “familiare” o rituale di alcuni clinici che, probabilmente, a causa della mancanza di conoscenza, mettono i pazienti in un percorso terapeutico “uguale per tutti”. Questo, sappiamo che non sarà efficace a causa della diversità dei nostri pazienti in termini di complessità. L’uso di questo BPS come punto di riferimento aumenterà la consapevolezza della complessità e, si spera, porterà a risultati migliori per i nostri pazienti.

Forse i miei tassi di referral inizieranno quindi a ridursi!

[Tratto da: www.lohmann-rauscher.co.uk ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *