Lesioni TOUR

Prende il via il Lesioni Tour, ovvero il Wound Care 2.0. Stavolta però non si tratta di evoluzione tecnologica ma di un ritorno alle origini: Infermieri tra i cittadini per educare sul Wound Care.

Le Lesioni Da Pressione, sono un problema ancora sconosciuto a molti e la mancanza di sensibilizzazione della popolazione su questo argomento è la principale motivazione di disorientamento di familiari/caregiver, che una volta colpiti, si troveranno ad affrontare la situazione brancolando nel buio con il rischio di commettere errori talvolta fatali.

La confusione in questo settore inizia già dal nome, anche nella terminologia obsoleta nel linguaggio più popolare o comune che continua a definirla “PIAGA” solo nell’ambiente sanitario cambia il suo nome in “ULCERA CUTANEA” o “LESIONE CUTANEA” ma cerchiamo di capire meglio di cosa si tratta: le ulcere cutanee sono perdite di tessuto cutaneo.

Si parla di lesioni cutanee quando il processo di riepitelizzazione non è in grado, per diversi fattori, di rigenerare la pelle.Nel corpo umano, le lesioni possono verificarsi in tutte le aree cutanee.

Ci sono varie forme e cause di ulcerazione del tessuto cutaneo si possono individuare: ulcere cutanee legate a neoplasie, lesioni da decubito o da pressione, lesioni da problemi neurologici, lesioni di origine diabetica, ulcere vascolari.

Le lesioni si distinguono in acute e croniche a seconda della durata del processo infiammatorio.

Queste veloci e sommarie informazioni sono alla base di ciò che ha ispirato il progetto “Lesioni Tour” che nasce dopo un attento studio degli indicatori (natalità-decessi-età media) e qualità di vita della provincia bergamasca e che si pone l’obiettivo di supportare chi si è trovato a convivere con una problematica così seria e si è sentito abbandonato.

Lesioni Tour vuole anche attirare l’attenzione sulla prevenzione delle ulcere che si può e si deve attuare seguendo uno stile di vita sano con un’alimentazione equilibrata, una adeguata idratazione, esercizio fisico moderato e regolare. Evitando il fumo e l’abuso di alcolici e ponendo attenzione a mantenere la cute sempre idratata utilizzando gli appositi unguenti auto idratanti.

La principale indicazione rimane però quella di rivolgersi ESCLUSIVAMENTE a professionisti in grado di formulare una diagnosi dalla quale dipenderà l’impostazione del trattamento della/e lesione/i. Esami del sangue ed altri esami diagnostici renderanno più preciso il percorso da seguire, cercando di fare chiarezza su ruoli e competenze che ruotano intorno al mondo delle lesioni cutanee che è composto di vari professionisti quali chirurghi vascolari e plastici, diabetologi, internisti, nutrizionisti, infermieri esperti in wound care, fisiatri, fisioterapisti ecc.

L’infermiere nel suo DNA necessariamente deve avere la qualità divulgativa ed educativa del caregiver ma i sostenuti ritmi di lavoro e le esigenze pratiche limitano spesso alla risoluzione delle problematiche urgenti.

Da questa riflessione, e dalla sua esperienza con i pazienti, è partito Ivan Santoro Infermiere esperto in WOUND CARE, da anni dedica molta attenzione alla formazione e l’informazione corretta nel tentativo di limitare i danni fatti da coloro che senza esperienza e molta saccenza si arrogano il diritto di esprimere opinioni ed ipotizzare cure improbabili, con consecutivo effetto di disorientare caregivers.

Il progetto “Lesioni Tour” è la sintesi di tutti questi concetti e mira a tradurre in maniera semplice un argomento complesso come quello delle lesioni cutanee, verranno realizzati dei piccoli spot che conterranno consigli per evitare laddove possibile l’errore e fornire le armi per scegliere la strada migliore per il proprio caro.

Date già definite ( per ulteriori informazioni contattatemi alla mail postmaster@ilditonellapiaga.it ) :

26/10/2019 ALZANO LOMBARDO (BG)

30/10/2019 NEMBRO (BG)