Associazione Monica Ravetta Onlus

Pietra L./Finale L./Laigueglia. Primo grande obiettivo per l’associazione Monica Ravetta: da sabato 23 febbraio partiranno le attività mediche di tre centri di prevenzione del tumore al seno. Saranno rispettivamente presso i poliambulatori “Il Giglio” di Pietra Ligure, in via Garibaldi, e Finale in via Torino, oltre ai locali presso lo studio dentistico “Manca” in via Torino a Laigueglia. Le visite mediche, al momento, saranno effettuate durante tutta la giornata di sabato, con i senologi, oncologi e gli specialisti che hanno aderito al progetto che visiteranno a turno nei tre presidi medici.

“Ci abbiamo impiegato qualche mese e mettere in moto la macchina organizzativa non è stato facile” afferma Luca Tameo, presidente dell’associazione e marito di Monica Ravetta, la 39enne di Borgio Verezzi scomparsa a causa di un tumore al seno, e diventata simbolo della lotta alla terribile malattia. Nel suo nome è nata una associazione onlus ed un comitato scientifico (direttore è il Prof. Sergio Orefice), e ora arrivano i locali per le visite mediche dedicate alla prevenzione del tumore al seno per giovani donne.

“Finalmente possiamo mettere in pratica quello che avevamo promesso: aiutare concretamente le donne giovani nella prevenzione, unica arma vera per giocare in vantaggio rispetto al terribile male del tumore alla mammella: scoperto con una diagnosi precoce ci sono altissime possibilità di guarigione, intorno al 98%” aggiunge Tameo.

“Il nostro scopo è di carattere medico ma anche di forte sensibilizzazione, anche perché le giovani donne sono escluse dagli screening mammografici tradizionali, per questo vogliamo offrire per questo territorio un aiuto alle donne per poter essere tutelate. In Liguria per la prevenzione al seno c’è poco o nulla, a differenza di altre realtà e quindi spesso molte donne non sanno come fare, oppure rinunciano a controlli o rimandano…Adesso speriamo di aver creato un nuovo punto di riferimento per le giovani donne…” conclude il presidente dell’associazione.

[Tratto: www.ivg.it ]

PARTITA LA PRIMA EDIZIONE DEL MASTER IN MANAGEMENT E PIANIFICAZIONE ASSISTENZIALE DEL WOUND CARE

La partenza del Master di I livello in Management e Pianificazione Assistenziale del Wound Care – Mawoca è la risposta della Lum School of Management che, in collaborazione con l’executive partner LUM Business School & Consulting e Assoriforma, intercetta l’esigenza di formare una figura professionale tesa a una nuova visione dell’organizzazione e pianificazione manageriale delle cure e delle lesioni cutanee. Il wound care è uno dei maggiori bisogni di salute cui il sistema sanitario deve far fronte ed essere in grado di rispondere con strategie mirate ed efficaci.

«L’istituzione di questo Master – spiega Adriano Carenza, Coordinatore Scientifico del Master Mawoca – rappresenta un ulteriore tassello nell’attività di accreditamento nel settore dell’alta formazione in ambito sanitario della Lum School of Management. Una crescita che, nel corso di questi anni, ha portato la nostra Scuola ad essere partner privilegiato di numerose istituzioni sanitarie in ambito regionale e nazionale».

[Tratto da: http://management.lum.it ]