Efficacia clinica delle calzature terapeutiche con suola a bilanciere nella prevenzione delle recidive nelle persone in remissione del piede diabetico: risultati di un RCT

” alt=”” aria-hidden=”true” />

Dati superbi di Lazaro-Martinez e colleghi suggeriscono fortemente che l’aggiunta di una suola a bilanciere può essere superiore a una scarpa terapeutica ben calzante.

” alt=”” aria-hidden=”true” />” alt=”” aria-hidden=”true” />” alt=”” aria-hidden=”true” />

sfondo

Le calzature terapeutiche diventano la prima linea di trattamento nella prevenzione dell’ulcera del piede diabetico e nelle future complicanze del diabete. Studi precedenti e il gruppo di lavoro internazionale sul piede diabetico hanno descritto le calzature terapeutiche come un fattore protettivo per ridurre il rischio di ri-ulcerazione. In questo studio, abbiamo mirato ad analizzare l’efficacia di una suola rocker rigida per ridurre il tasso di recidiva delle ulcere plantari nei pazienti con piede diabetico.

Metodi

Tra giugno 2016 e dicembre 2017, abbiamo condotto uno studio controllato randomizzato in un’unità specializzata per piede diabetico.

Partecipanti e intervento

Cinquantuno pazienti con neuropatia diabetica che hanno avuto un’ulcera plantare recentemente guarita sono stati randomizzati consecutivamente nei seguenti due gruppi: calzature terapeutiche con suola semirigida (controllo) o calzature terapeutiche con suola a bilanciere rigida (sperimentale). Tutti i pazienti inclusi nello studio sono stati seguiti per 6 mesi (una visita ogni 30 ± 2 giorni) o fino allo sviluppo di un evento di recidiva.

Principale risultato e misura

La misura dell’outcome primario era la ricorrenza di ulcere nell’aspetto plantare del piede.

I risultati

Un totale di 51 pazienti sono stati randomizzati ai gruppi di controllo e sperimentali. Il tempo mediano di follow-up era di 26 [IQR-4.4-26.1] settimane per entrambi i gruppi. Su base intention-to-treat, 16 (64%) e 6 (23%) pazienti nei gruppi di controllo e sperimentali hanno avuto recidive di ulcera, rispettivamente. Tra il gruppo con> 60% di aderenza alle calzature terapeutiche, l’analisi multivariata ha dimostrato che la suola rigida oscillante ha migliorato il tempo di sopravvivenza senza recidive dell’ulcera nei pazienti diabetici con polineuropatia e storia della DFU (P = 0,019, intervallo di confidenza del 95%, 0,086-0,807; rapporto, 0,263).

Conclusioni

Raccomandiamo l’uso di calzature terapeutiche con suola a bilanciere rigida nei pazienti con diabete con polineuropatia e storia di ulcera diabetica del piede per ridurre il rischio di recidiva dell’ulcera plantare.

[Tratto da: www.diabeticfootonline.com ]23

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.