8 problemi comuni sui piedi e perché si verificano

L’invecchiamento ha il suo pedaggio come nel resto del tuo corpo. Data la quantità di stress che mettiamo in piedi per tutta la vita, è facile capire perché questi problemi si verificano. Oltre all’usura generale, ci sono cambiamenti fisiologici che influenzeranno inevitabilmente il funzionamento delle articolazioni, delle ossa e dei tendini.

Questi cambiamenti tendono a svilupparsi gradualmente con il rallentamento del turnover cellulare e della produzione di collagene. Quando la pelle inizia a ridursi, lo strato grasso attutisce anche le suole e i talloni. Questi cambiamenti possono dare origine a problemi di stabilità che interessano ginocchia, fianchi e parte bassa della schiena. Il progressivo logorio della cartilagine nello spazio articolare, insieme all’infiammazione di Bursa e tendini , non fa che aumentare il peso.

Ecco alcuni dei più comuni disturbi legati all’età e alla caviglia correlati all’invecchiamento:

Pelle secca

La pelle secca, specialmente sulle piante dei piedi, è un problema che può richiedere un’applicazione giornaliera di crema idratante per prevenire fessurazioni e infezioni. Il progressivo esaurimento del collagene, esacerbato dalla mancanza di una costante cura del piede, può portare alla formazione di tacchi e calli screpolati . Se non trattata, la pelle screpolata intorno al tallone può rendere doloroso camminare o anche stare in piedi.

Se le crepe nella pelle sono abbastanza profonde, i batteri possono facilmente infiltrarsi nel tessuto esposto e causare un’infezione ai piedi. Nelle persone anziane o con diabete, questo può portare a un’infezione potenzialmente grave nota come cellulite .

Cheratosi seborroica

Un’altra condizione comune della pelle che colpisce gli adulti più anziani è chiamata cheratosi seborroica , nota anche come cheratosi a stucco a causa del suo aspetto simile a un cirripede. Le lesioni sollevate color carne sono spesso scambiate per verruche e tipicamente colpiscono la parte superiore dei piedi, delle dita dei piedi e delle caviglie. (Non si vedono mai sulle piante dei piedi). Sebbene le lesioni seborroiche non siano dolorose, a volte possono causare prurito o causare irritazione quando si indossano le scarpe.

Rivolgiti al medico se noti cambiamenti nel colore, nella consistenza o nella forma delle lesioni. Questi possono essere un segno precoce di cancro della pelle, compreso il carcinoma a cellule basali pigmentato e il melanoma cutaneo .

Piedi piatti

Quando i tuoi piedi invecchiano, i tessuti connettivi chiamati legamentipossono iniziare ad allungarsi, riducendo l’altezza dell’arco (indicato come archi caduti ) e portando a una condizione nota come piedi piatti ( piano piano ).

Il dolore, che tipicamente si sviluppa nel mezzo del piede, tende ad aumentare con l’attività ed è spesso accompagnato da gonfiore lungo la caviglia interna e l’arco. Anche l’anca, il ginocchio e il dolore lombare sono comuni. I piedi piatti possono alterare l’angolo del piede, causando l’iperpronazione, la perdita di stabilità e un maggior rischio di distorsioni della caviglia e del piede.

Tendine d’Achille accorciato

Un altro tipo di tessuto connettivo, noto come un tendine, può iniziare a perdere acqua con l’età. I tendini connettono il muscolo all’osso e, se questi si riducono a causa della perdita d’acqua, si può finire con un’andatura più piatta, poiché sarà meno in grado di flettere la caviglia, l’area mediale e le dita dei piedi. Ciò è particolarmente vero per il tendine di Achille che collega il muscolo del polpaccio all’osso del calcagno ( calcagno ).

A meno che non vengano prese misure per allungare regolarmente il tendine di Achille, potresti essere maggiormente a rischio di strappi o rottura se esageri i tessuti (ad esempio saltando con forza o salendo le scale).

Modifiche ai toenail

Le unghie dei piedi di solito diventano più spesse e fragili con l’età, rendendole più difficili da tagliare e mantenere. Una ragione per questo è che le unghie tendono a crescere più lentamente insieme al rallentamento della produzione ormonale. Più invecchiamo, meno ormoni che produciamo.

Estrogeni  e testosterone stimolano la produzione di cheratina e contribuiscono all’aspetto liscio e deciso delle nostre unghie. Quando questi ormoni diminuiscono, l’apporto ridotto (associato alla perdita di umidità) può far sì che le nostre unghie possano scolorirsi, rompersi e formare creste e strati irregolari. Mentre un’adeguata cura delle unghie può migliorare significativamente l’aspetto dell’unghia, potrebbe non impedire completamente questi cambiamenti legati all’invecchiamento.

Altre cause di ispessimento delle unghie dei piedi sono l’ipotiroidismo e la circolazione inadeguata dovuta alla malattia delle arterie periferiche (PAD). L’onicomicosi, un’infezione fungina delle unghie dei piedi, è un’altra causa comune.

Hammertoe

Hammertoe è la curva anomala nell’articolazione di una o più dita dei piedi, in genere causata dall’uso di scarpe strette o tacchi alti che spingono le dita più in profondità nella punta del piede. Hammertoes sono inclini a calli e duroni . Sono comuni anche rigidità articolare, disagio, gonfiore e dolore.

Una volta che si sviluppano, i martelli sono essenzialmente permanenti a meno che la chirurgia (come l’ artrodesi e l’ artroplastica ) venga utilizzata per riallineare le articolazioni delle dita dei piedi. Lo stretching può aiutare a ripristinare parte della mobilità, ma non necessariamente invertire la condizione. Puntali, stecche e scarpe ben aderenti possono aiutare ad alleviare alcuni dei fastidi e dei dolori.

Artrite

L’osteoartrite (OA) nota anche come artrite da usura, colpisce circa il 10% degli uomini e il 16% delle donne oltre i 60 anni. L’ articolazione della caviglia , l’ articolazione della sottoastragalica e la prima articolazione metatarso-falangea (alluce) sono le tre articolazioni frequentemente colpite . I fattori di rischio comuni includono obesità, battito a cuore, borsitio un infortunio al piede o alla caviglia.

Un altro problema comune che riguarda gli adulti più anziani è l’artrite gottosa. La gotta è una malattia autoimmune in cui l’accumulo di cristalli di acido urico attorno a un’articolazione causa dolore acuto e spesso debilitante, soprattutto nell’alluce.

Se osservato su una radiografia, la diminuzione della densità ossea nel piede è fortemente indicativa dell’osteoporosi . Questo è particolarmente vero per le donne in cui le lunghe ossa del piede ( metatarsi ) sono comunemente colpite.

Problemi di circolazione

Uno dei sintomi più comuni di piede e caviglia nelle persone anziane è l’ edema , il termine medico per il gonfiore. L’edema è comunemente associato a una cattiva circolazione, che porta all’accumulo di liquido negli arti inferiori (in particolare caviglie e piedi). L’edema è tipicamente associato a insufficienza cardiaca congestizia , malattie renali e malattie del fegato, condizioni delle quali sono comuni nelle popolazioni più anziane.

L’ostruzione circolatoria può causare edema venoso, che colpisce in genere una gamba. Malattie cardiovascolari, alcuni farmaci e cambiamenti ormonali possono causare gonfiore in entrambe le gambe.

Il diabete può anche influenzare la circolazione, in particolare quando si invecchia. Se questo accade, le infezioni del piede saranno molto più difficili da trattare, spesso risultando un’ulcera che semplicemente non guarirà. La neuropatia diabetica , una sensazione scomoda di aghi e aghi che colpisce principalmente le gambe e i piedi, è un’altra conseguenza comune del diabete a lungo termine.

[Tratto da: www.verywellhealth.com ]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.